2018 10 23 manchesterjuventus 0 1

MANCHESTER UNITED-JUVENTUS 0-1

RETI: Dybala 17' pt

MANCHESTER UNITED

De Gea; Young, Smalling, Lindelof, Shaw; Matic, Pogba; Rashford, Mata, Martial; Lukaku
A disposizione: Romero, Bailly, Darmian, Fred, Andreas, Ander Herrera, Chong
Allenatore: Mourinho

JUVENTUS
Szczesny; Cancelo (42' st Douglas Costa), Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Matuidi; Cuadrado (36' st Barzagli), Ronaldo, Dybala (33' st Bernardeschi)
A disposizione: Perin, De Sciglio, Benatia, Kean
Allenatore: Allegri

ARBITRO: Mažić (SRB)
ASSISTENTI: Ristić (SRB), Djurdjević (SRB)
QUARTO UFFICIALE: Petrović (SRB)
ARBITRI D'AREA: Djokić (SRB), Grujić (SRB)

AMMONITI: 14' st Matuidi, 33' st Young, 38' st Chiellini


Gli ottavi di Champions non sono ancora matematici, ma ormai manca davvero un soffio alla Juve, straordinaria anche questa sera nello sbancare l'Old Trafford 22 anni dopo l'ultimo successo. Nel 1996 era stato un penalty di Del Piero a decidere la sfida e anche questa volta tocca all'uomo con il 10 sulle spalle: Dybala segna praticamente un rigore in movimento e firma un successo ben più netto di quanto dica lo striminzito 1-0 finale.
La Juve si presenta in campo con una personalità straripante. Poche squadre si possono permettere di arrivare nel “Teatro dei Sogni” e imporre il proprio ritmo ai padroni di casa fin dai primi minuti. Le maglie rosse e i 75.000 sugli spalti normalmente bastano a intimorire anche i campioni più navigati, ma non i bianconeri. Allegri disegna un 4-3-3 aggressivo, con Cuadrado Dybala e Ronaldo che scambiano sovente posizione, mandando in confusione i padroni di casa. E quando CR7 decide di allargarsi sulla destra e di puntare il fondo, la supremazia iniziale viene ripagata: il marziano crossa, Cuadrado interviene ma viene bloccato e allora ecco Dybala, che arriva per primo sul pallone e spedisce in rete il suo quarto gol europeo della stagione.
Il gol non appaga la Signora, che continua a macinare gioco come se si trovasse di fronte a una squadretta, non ai poderosi Red Devils. Cancelo sfiora il raddoppio con una sventola in diagonale che De Gea riesce a intercettare, poi è Bentancur ad alzare troppo la mira, arrivando a incornare il traversone dalla bandierina di Pjanic, quindi Ronaldo su punizione e Matuidi sulla prima respinta costringono il portiere a un doppio intervento tutt'altro che semplice. A chiudere un primo tempo di dominio assoluto arriva anche il sinistro di Dybala, fuori di un soffio, e non rende giustizia ai bianconeri, che meriterebbero ben più di un solo gol di vantaggio.
Si riparte con la magnifica combinazione tra Pjanic, Cuadrado e Ronaldo che porta CR7 al tiro dal limite e De Gea a volare per togliere il pallone da sotto la traversa, ma con il passare dei minuti la Juve rallenta il ritmo e si fa più imprecisa, permettendo allo United di farsi vedere con maggior frequenza dalle parti di Szczesny. Per vedere una vera occasione però si deve attendere la mezz'ora, quando Pogba recupera un pallone ai limiti dell'area bianconera e piazza il sinistro, centrando il palo. Allegri interviene e dopo Bernardeschi al posto di Dybala, inserisce Barzagli al posto di Cuadrado e passa alla difesa a tre, mentre negli ultimi minuti tocca a Douglas Costa, in campo al posto di Cancelo. Così ridisegnata la Juve respinge ogni tentativo degli inglesi senza problemi e anzi li spaventa con qualche contropiede. E al fischio finale si ritrova, più che meritatamente, con un piede negli ottavi di Champions.

 

 

 

 

 

Joomla SEF URLs by Artio

Tuttosport.com - Juventus

Gazzetta.it

Gazzetta dello Sport online